Warning: Declaration of tpw_default::tp_widget_do($args) should be compatible with transposh_base_widget::tp_widget_do() in /home/giancarlospadini/superbanner.org/blog/wp-content/plugins/transposh-translation-filter-for-wordpress/widgets/default/tpw_default.php on line 51

Archivio per la categoria Articoli

Giocare con la roulette dei casino online italiani

Se anche tu sei un’amante del gioco d’azzardo, avrai certamente sentito parlare dei casino online italiani e dei loro fantastici giochi virtuali. La nostra redazione, con questo articolo, ti vuole parlare di uno dei giochi da casinò piu belli e divertenti di sempre, la Roulette. La roulette dei casino online è divertente e molto ricca e ti permette di godere a pieno dell’esperienza piu incredibile legata al mondo del gioco d’azzardo online. Per giocare alla roulette in uno dei tanti casino, ti basta scaricare il software di gioco gratis e registrarti senza impegno. Appena avrai la possibilità di fare il login all’interno della lobby di uno dei tanti casino online, recati nella sezione dedicata alla girella ed inizia a giocare.
Con la roulette dei casino online puoi divertirti a puntare su tantissime combinazioni diverse. Infatti potrai puntare sul rosso o sul nero, sul pari o sul dispari, su coppie di numeri oppure sul numero singolo. Tutti questi tipi di puntata, in caso di vittoria, ti danno diritto a favolosi premi in denaro che potrai prelevare in qualsiasi momento utilizzando i tanti metodi reperibili nei casino online. Tutti i software dei casinò virtuali legati al gioco della roulette sono sicuri ed affidabili, e ti offrono le migliori garanzie di gioco onesto e sicuro. In conclusione, la nostra redazione ti consiglia assolutamente di provare le tante versioni della roulette disponibili nei casino online, il divertimento sarà incredibile e le vincite saranno enormi. La nostra redazione ti consiglia di giocare solo ed esclusivamente nei casino online italiani che siano stati riconosciuti dall’AAMS.
Buon divertimento con la roulette virtuale.

Nessun commento

Una batteria esterna per non lasciar spegnere i vostri dispositivi mobili

Quante volte proprio sul più bello il nostro cellulare, il nostro computer portatile o anche i nuovi IPhone o IPad si sono spenti perchè la loro batteria si era esaurita?

E non sempre siamo vicini ad una presa di corrente per alimentarli nuovamente, perchè in giro, in viaggio o in treno.

Una valida alternativa per non rimanere mai a secco di energia è dotarsi di una capiente batteria esterna.

Quella che vi segnalo ha una porta di uscita USB per alimentare tutti quei dispositivi che usano questo tipo di connessione per alimentarsi.

E’ tuttavia una batteria molto versatile e di grande potenza, con gli appositi connettori potete tranquillamente usarla per alimentare quasi ogni tipo di notebook.

Vi lascio ai dettagli e a come procurarvela leggendo questo articolo ufficiale del produttore:

Più energia sempre con te – nuove batterie esterne

Nessun commento

I SOCIAL NETWORK

MSN Messenger

MSN Messenger

Con il primo diffondersi di internet nelle case è la possibilità di comunicare attraverso questo mezzo dalle incredibili potenzialità è cresciuta in maniera esponenziale, di pari passo con il bisogno che la gente ha percepito sempre più impellente e incontrollabile. Venne così il boom delle chat rooms, siti dove la gente aveva la possibilità di chattare con centinaia di persone in contemporanea, poi si è assistito al diffondersi di software più diretti in questo campo, come MSN messenger, uno dei programmi di messaggistica istantanea più utilizzato. Il 2008 si può descrivere significativamente come l’anno del definitivo boom dei Social Network (SN), migliaia di persone, infatti, aderiscono ogni giorno a questa nuova forma di comunicazione in rete. Questo fenomeno, nato in origine negli USA, si basa principalmente su tre tematiche fondamentali: relazioni professionali, d’amicizia e amorose.

Grazie ad un SN, dotati del solo indirizzo e-mail, è possibile creare un profilo personale in cui esporre tutto ciò che riguarda la nostra vita, dagli hobby ai gusti musicali, e quindi di permettere ad utenti aventi interessi comuni di socializzare. Tutte queste informazioni inserite all’interno di ogni profilo vengono organizzate in una mappa consultabile facilmente da qualsiasi utente ed ogni contatto che possa suscitare interesse può essere invitato a far parte del proprio network, aggiungendolo nelle apposite sezioni amici, così da allargare man mano la cerchia dei contatti.

I primi social network furono messi online tra il 2003 e il 2004. Al giorno d’oggi i padroni incontrastati dell’universo della net-comunication sono i due colossi MySpace e Facebook (FB).

(di Biondi Veronica)

 

 

, , ,

Nessun commento

L'EVOLUZIONE DI INTERNET: DA WEB 1.0 A WEB 2.0, FINO A WEB 3.0

Internet nasce, come già detto, con ARPANET allo scopo di comunicare tra postazioni geograficamente lontane. Queste esigenze si traducono nella prima versione del Web. Web 1.0  degli anni ’90 presentava una versione statica dei siti internet, ben diversa da quella attuale. L’utente poteva solo navigare tra i vari siti senza interagire con essi. Il web era concepito solamente come un modo per visualizzare documenti ipertestuali in formato HTML che rendeva testo e contenuto inseparabili. L’utente era quindi un “navigatore passivo” al quale era però permesso di inviare posta elettronica solo in formato testuale.

Prosegui la lettura »

, , ,

1 Commento

La storia di Internet

Negli anni ’60, in piena Guerra Fredda, incombeva il terrore di una guerra nucleare. In questo clima di tensione, il Dipartimento della difesa americano (DoD), incarica l’ARPA (Advanced Research Projects Agency) di studiare un sistema di rete, in grado di resistere ad un eventuale attacco nucleare.

Nasce così, nel 1969, ARPANET, una rete decentralizzata studiata in modo che ogni nodo potesse continuare ad elaborare e trasmettere dati qualora i nodi vicini fossero stati danneggiati. Il suo scopo originario era quello di garantire comunicazioni stabili ed efficienti tra le sedi delle forze armate statunitensi, oltre che tra le università e i centri di ricerca che lavoravano a progetti di natura militare, anche in caso di bombardamento nucleare.

Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento